mercoledì 5 giugno 2013

Me ne Sbatterfly

Luciana Littizzetto all'Italian Bookshop, peccato che sbaglio destinazione.

Non sapevo avesse chiuso, il Bookshop non la Littizzetto, e dopo una tripla esplorazione un negoziante mi spedisce a Warwick Street all'European Bookshop dove si è trasferita la letteratura dello Stivale.

Non mi sento sul pezzo, come si suol dire, e arrivo pure in ritardo, sudaticcio e traditore: ho comprato in una svendita di Foyles due libri italiani (dopo aver scoperto una buona sezione di narrativa italiana, mai vista prima e dire che ci vado da Foyles).

Fuori dall'European Bookshop una certa folla, io mi infilo, ma sotto non si può scendere, la sala è piena, Ornella, sempre lei, il viso italianissimo segnato dalle rughe dell'impazienza: Non ve lo faccio più un regalo così, se vi dico di non scendere non scendete!

Con "regalo" intende la Littizzetto, che se vogliamo possiamo sentire in fondo alla libreria, sezione letteratura francese, grazie agli amplificatori.
Ma noi, gli italiani, italiani anche per un'ora sola, stiamo dove siamo, la letteratura francese e pure quella spagnola intanto ci fa sudare, in un: chissà se la Littizzetto è già sotto, a che ora mai avrei dovuto venire, ma per stare così me la vedo in tivvù e ci facciamo sempre riconoscere.
Vicino a me un ragazza che dice: sono cresciuta in una famiglia democristiana per me lei rappresenta la libertà.

La guardo e penso che anche io come mezza Italia... però la ragazza è davvero troppo giovane, a meno che per democristiano intenda quasi tutto l'attuale parlamento (e avrebbe ragione); poi la Madama Sbatterfly è di sinistra come il bagno è in fondo a destra e parla di attualità e ho pieni i cabbasisi dell'attualità e del pensiero attuale etereo come l'etere e forse aleatorio, blablablà.

Così esco in pieno snobismo, dandomi una ragione al mancato posto a sedere, fuori mi sento chiamare da Oscar, credevo fosse nel semi-interrato a fotografare la Sbatterfly, ma dice che rimane nei paraggi chissà mai che riesca a farle qualche scatto.

Scatto dentro Piccadilly Circus: goliarda sapienza e destino coatto.

(Avercene di persone come Ornella!).

1 commento: