martedì 12 febbraio 2013

Eutanasia di un papa

Tra le tante cose fa specie come la dura ortodossia del teologo si arrenda all'umanità della stanchezza. Non ce la faceva più.
Il conservatore ha lasciato (perchè tradizione vuole che si rimanga fino all'ultimo spasmo) spazio al progressista... almeno sul fine vita.

Se Martini, come si dice e si legge, non ha voluto l'accanimento terapeutico, il suo avversario, nella fede s'intende, Ratzinger ha rinuciato all'accanimento terapeutico... del soglio pontificio.

Forse Benedetto decimo sesto ha sbagliato secolo: sarebbe stato un ottimo Papa Re, un grande Pio nono; invece lascia, di un pontificato travagliato e dimenticabile, un ricordo da versetto dantesco post-litteram

Altrochè twitter in latino.
Era un non possumus.

ps: grande Giovanna Chirri, giornalista Ansa, che traducendo dal latino dà la notizia al mondo intero... poi memorabile il testo delle dimissioni.

Nessun commento:

Posta un commento