mercoledì 25 aprile 2012

Cominciamo da qui

Mi accorgo del venticinque aprile.

Un'eresia? o piuttosto un giorno di riposo? ma solo in Italia; bello sarebbe se da espatriati si potesse onorare le feste del paese che si lascia, per ricordarlo, e del paese che si trova, per rispettarlo. Impossibile.

Così qui sembra una data come un'altra e la liberazione (l'atto di liberarsi) è un fatto interiore, che se si vuole e per il gusto di fare l'intellettuale di sinistra, potrei legare al venticinque aprile, ma io sono appunto un eretico. 

Lo sono diventato con il tempo, ero un tipetto, mai oltre il metro e settanta, abbastanza allineato e abbastanza vigliacchetto.

Non dico che sono cambiato, infatti sono rimasto lievemente al di sotto del metro e settanta, ma diciamola così: mi sforzo di trovare un individual sense of identity. 

A scapito degli altri? Ma no, mi sto impegnando anche su quel fronte, piuttosto a scapito delle ideologie, delle tradizioni e degli interessi costituiti. Ho un'età in cui non ho più niente da dimostrare e ho per fortuna molte cose ancora da dire e da fare.

Così oggi mentre cercavo di tradurre dal cockney le assurde istruzione del mio capo e cercavo di spiegarmi perché ho lasciato un lavoro comodo per iniziarne uno faticoso, mentre la testa, al solito, era imprigionata dal Quarto Comandamento, mi sono accorto di aspettare buone notizie, che poi sono arrivate, notizie che richiedono movimento e azione e creatività e anche follia.

La poesia spiega meglio di me  la brevità a cui Londra sottopone il suo viaggiatore e il sentimento del mio casuale venticinque aprile:

A chi chiedere aiuto? E' desolato deserto il panorama.
Si faccia avanti chi sa fare il pane.
Si faccia avanti chi sa crescere il grano.
Cominciamo da qui*

E allora cominciamo!

*Mariangela Gualtieri, Bestia di Gioia, Einaudi 2010

2 commenti:

  1. Mi lavo le mani
    per fare il pane
    per uno, per due,
    per tre, per quattro,
    per cinque, per sei,
    per sette, per otto:
    Biscotto!!!

    Fai il buono come il pane...Sandra

    RispondiElimina
  2. cara Sandra...
    trattasi di Filastrocchi...
    ciao
    il fra

    RispondiElimina