mercoledì 14 marzo 2012

Il Resto del Carluccio

Carluccio's di Carluccio porta il nome. E solo il nome. 
Conveniva che si portasse via anche quello: si mangia davvero male*.

(Non) Provare per credere e per rimanere delusi di sciapissime carbonare per bambini, di una zuppa di piselli che Jacopo (scusa Jacopo) avrebbe assemblato meglio e al tavolo una lunga attesa di quanto di più mediocre potessimo aspettarci.

Ma di italiano non c'è nulla, né i camerieri che tentano di essere simpatici, né i cuochi che non ho visto ma che sospetto abbiano imparato a cucinare perchè per mantenersi gli studi o per lavorare ahimè ci tocca scendere a compromessi.

Non bastano i prodotti del bel paese, i nomi scritti correttamente sui menù, nè i vini italiani,  né i poster delle nostre città per far credere che lì dentro si mangi autentico cibo italiano, perché quello autentico va cucinato servito presentato al meglio possibile. 

E per quanto il nome Carluccio's funzioni, il ristorante (la catena) non può vivere di rendita: le rendite finiscono quando le voci girano e il posto diventa meta occasionale di ingenui turisti affamati. 

Questi ultimi (lo siamo stati e lo siamo sempre tutti) meritano di riempire lo stomaco pagando una cifra dignitosa e non il finto teatro di un nome italiano, interpretato malissimo da stanchi emulatori della cucina del Bel Paese.

Peccato davvero.
*trovabile in tutte le aree in di Londra, noi provammo Wimbledon e Russel Square

4 commenti:

  1. ...ben ti sta! Se andavi al portoghese.. :-)) bella recensione, la condivido in pieno anche se nn ho mai avuto il coraggio( pero 1 volta ho provato pizza hut), l'ho sempre visto come una fregatura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra invece che venerdì scorso Jacopo abbia gradito e molto la cucina di Carliccio's...chiedi a Laura;-)))

      Elimina
    2. Carliccio's e' certamente meglio di Carluccio's.
      ciao

      Elimina
  2. Ah ah ah non fare lo spiritosoooo

    RispondiElimina