lunedì 12 dicembre 2011

Shabby (radical) chic

Molto bolle in pentola. Oppure no: sollevando il coperchio borbotta solo l'acqua, nemmeno salata.

Al Vintage Emporium & Coffee House (14 Bacon St) mi ha portato Yolanda martedì; ci serviva un luogo caldo per chiacchierare e prendere una cioccolata... che rivelossi poi una semplice bevanda al gusto di cioccolato.

Basta fare due passi dall'Overground di Shoreditch, altrettanti da Brick Lane: i camerieri anni 70, le musiche jazz, classiche, Edith Piaf e magari anche Amalia Rodriguez, sedie diverse, poltrone un po'sfatte, un'aria disordinata e casuale.

Shabby chic. La confortevole scomodità, l'ordinato disordine, la trasandata eleganza.

Poi ho pensato che mi sono anche un po' stufato dello shabby chic (e che se ordino una cioccolata, voglio una cioccolata).

Oggi bisogna essere radical. Andare alla radice anche dello stile.

Radical and chic. www dot radical dot chic.

1 commento:

  1. anche voi pero'... andare in bacon street e ordinare una cioccolata... guanciale no? ah gia' siete a londra, dove non sanno cosa sia la pancetta, figuriamoci il guanciale....

    rudi

    RispondiElimina