domenica 11 dicembre 2011

My new (c)haircut


Quando Cristiana, colta da un improvvisa passione per un pezzo di antiquariato o presunto tale ("sono davanti all'Albany Centre, ho visto una specie di chaise longue da rifoderare, ti aspetto vedi di sbrigarti"), contratta l'acquisto dello stesso al Junk Market di Deptford High Street, subito impone la modalità di trasporto a me medesimo che non senza lamentarsi esegue.

Ora si cerca tessuto da sostituire al color topo morto arruffato; si disputa tra il prugna chiaro, il vinaccia e il melanzana ma non troppo.

Si accettano consigli e pastiglie per il mal di testa.

La location? Cristiana: "All'ingresso. Lo sgabello che abbiamo è troppo piccolo!"

Dove infatti collocossi, coperto da un drappo viola.

Alla sera da Gaia per cena, un piatto di gnocchi fatti in casa con il pesto e un dolce con farina di castagne hanno sciolto insieme alla lingua i muscoli del collo.

1 commento:

  1. con qualche dubbio suggerisco il vinaccia, cfr
    gattinara tre vigne di travaglini, guardi, osservi, confronti e bevi.

    buon natale fra, il che

    RispondiElimina