mercoledì 5 ottobre 2011

Cristina, burro e gelatina

La scala è stata dipinta di bianco da Andy, ad agosto, mentre eravamo in ferie.

Va bene che il bianco decomprime e amplia gli spazi, ma serve un colore all'ingresso altrimenti finiamo con il decomprimerci anche noi.

La fuffa e le polveri varie s'aggrumano ai lati di ogni scalino, il bianco mostra lo sporco che più sporco non si può.

Un dettaglio di colore si impone dato che al superfluo non c'è mai fine, quindi serve un tappeto che corra lungo le scale: il runner*.

Ora io da sempre allergico ad ogni forma consistenza materiale e motivo di moquette cedetti di fronte alle (inesistenti) insistenze di Cristiana.
E vada per l'ennesima sequenza di cataloghi e sample, vada per la visita dell'esperto che prende le misure e consiglia il da farsi.
Un sabato capitiamo qui per scegliere il tipo di runner, in un negozio di inglesi sul maleducato andante, che non ci guardano che si alternano svogliatamente e ammiccano alle nostre richieste come se fossero loro a farci un piacere, senza darci un consiglio sui campioni.
Intanto Jacopo deve fare la cacca, Matilde legge e Cristiana domanda, io che avverto ostilità ammutolisco.
Usciamo scornati, lasciando l'indirizzo in modo che ci vengano spediti dei sample che non si sa bene perché non sono in grado di darci sul momento.

Dopo qualche giorno arrivano per posta indirizzati a Christina Butterjelly, Cristina Burro e Gelatina.
Mettiamo così una pietra moquettata sopra Lordship Lane Carpet... ma la ricerca continua.

Infatti accompagnando Paola ad una meritata mezza giornata di shopping, Cristiana è incappata, non credo per caso, in Roger Oates, ovvero runner in cento per cento lana, moooolto chic.

I prezzi sono triplicati, i sample sono quelli in foto, una riflessione si impone (anche sul gatto le cui unghiette possono sfilare il runner svolgendo il motivo... quindi viva la tinta unita).
*non è un caso che manchi il corrispettivo italiano... invece Stefano M. mi dice che si chiama passatoia, la passatoia cortese regina della scala regina degli ingressi...

1 commento:

  1. da urlo i 3 al centro: spigato verde (forse il più speciale), spigato rosa scuro (forse lì le unghie del gatto danno nell'occhio)e spigato prugna (forse il quello che più si mantiene nel tempo) con banda laterale (verde-azzurra?): voglio un runner anch'io, ma prima mi serve una scala. Pupi

    RispondiElimina