domenica 24 aprile 2011

Le uova nel cappello

Ok vado in Italia, solita pigrizia, non più di due cose in un bagaglio a mano.

Cristiana si materializza sulla mia spalla destra o sinistra come un pettirosso dagli artigli affilati, un promemoria vivente e semiserio; io intanto prendo quel che trovo e lascio quel che trovo dietro me.

Dimenticherò l'essenziale ma la sua gonna corta nera di cotone dovrei averla presa.

Pranzi, cene, Edipo Re, Edipo a Veruno, i biglietti sul comodino, il mondo interiore, il mare nel cassetto, le mille bolle blu, e poi, come dice Paola, sigaretta lunga in bocca:
"L'unica cosa certa è che viene sera."

Buone vacanze.

*Noi ci vediamo domenica prossima, ma noi chi?

Nessun commento:

Posta un commento