mercoledì 5 gennaio 2011

N° 02: Liberty, Regent Street

Esco saldo sui saldi, mi compro pure un lecca lecca di cioccolato bianco e scivolo via da questo tempio pagano, aggrappato con voluttà alla borsa viola scuro (melanzana) con la scritta grigia e con in mano pure la loyalty card.
Sono in piena dipendenza da Liberty.

Dentro la borsa un pezzo di Vivienne Westwood che presto indosserò e di cui vado molto fiero, come di un desiderio soddisfatto, perchè a Liberty l'acquisto deve essere lento come un lento orgasmo; le sciarpe si strisciano con voluttà sui corrimano in legno e le dita sfiorano senza afferrare qualsiasi cosa.
Dove gli oggetti vengono incontro come se non avessero un prezzo, nella loro essenza... sollo alla fine cerchi l'etichetta come se commettessi un reato.

Sacerdotesse e chierici in nero si avvicinano discreti e ti soffiano addosso confessioni che sono peccati come le sete i tappeti i profumi le cravatte le scarpe e le bottiglie di champagne che si versano a un passo dal reparto accessori uomo.

Qui il tempo si chiude fuori con il suo casino, mentre tu inventi mondi sfregando la carta di credito come una indulgenza pagata al tuo peccato capitale.
Il brivido del sesso consumato a sguardi per poi accorgersi che si acquista senza senso di colpa, senza la profilassi del denaro contante.

Dopo Liberty, Harrods sembra quello che è: una volgarità, una parolaccia da trivio per turisti affamati e guardoni.

Liberty è lo stile senza artificio, l'erotismo dello shopping. Harrods è l'artificio senza stile, la pornografia dello shopping.

5 commenti:

  1. IL LIBERTY L'HO TROVATO PER CASO DURANTE LA MIA "PRIMA VOLTA" A LONDRANEL LONTANO 1985.
    HO RAGGIUNTO MOLTEPLICI ORGASMI TRA BRAND ARRIVATI DOPO ANNI IN ITALIA: MICHIKO KOSHINO, BOBO KAMINSKI.... E UN COLLIER CON FERMAGLIO FATTO DI ZAMPE DI GALLINA TINTE DI NERO (è LA VERITà, CHE AVREI DESIDERATO INDOSSARE DURANTE LA DISCUSSIONE DELLA MIA TESI DI LAUREA.
    IL 22 CI PORTERò PURE UNA MIA AMICA SCOREGGIONA CHE CONOSCE SOLO LA VOLGARITà DEI MAGAZZINI HARRODS.
    BACI PAOLOC

    RispondiElimina
  2. Cosa dice la Bendi dello pornografia dello shopping?
    Pupi

    RispondiElimina
  3. Avrete mica scoperto l'acqua calda Cari miei!!!!chiedi alla CRI se si ricorda la nostra prima volta ai Liberty????!!!...o forse ero con Alessandra....baci e Buon Anno a tutti

    RispondiElimina
  4. Valeria, cosa ti devo dire...
    Mi astengo per eleganza. E comunque un giorno bisognerà raccontare anche di quando ci siamo vestite alla Priscilla e siamo andate in giro per Londra tutta la notte....chissà se Pino se lo ricorda?
    A quei tempi la sterlina era così cara (rispetto alla lira...) che Liberty si poteva solo guardare...
    c

    RispondiElimina
  5. ricordo ricordo....potresti anche pubblicare le foto!!!!

    RispondiElimina