lunedì 27 dicembre 2010

Postumi, vestaglie e top ten.

Passato il Boxing Day in compagnia di Gayle a mangiucchiare i gloriosi resti del giorno prima, non resta che scivolare nei postumi del natale, che significa televisione e libri, ma anche saldi.
Non certo come le migliaia di persone che ieri a Oxford Street hanno consumato un memorabile assalto ai negozi, nonostante lo sciopero della metropolitana, ma più pigramente e a turno andremo a colpo sicuro nei nostri negozi preferiti.

Pigramente perché, nonostante sia stato spesso apostrofato come vecchia pantofola (calva all'estremità), ho ricevuto in regalo dalla signora una confortevole e morbida vestaglia che indosso venticinque ore al giorno... con la quale non posso certo andare a fare shopping, ma che devo abbinare.

Come? Con nuove scarpe da camera e uso questo termine in quanto le babbucce, le pianelle (come dice mio padre) e le pantofole sono obsoleti retaggi di domeniche passate in tavernette arredate con dubbio gusto.
Basta dunque! ho puntato un paio di scarpe da camera dal costo spropositato e vi lascio indovinare lo stilista o meglio gli stilisti.

Cristiana mi ha pure regalato un pigiama, lei dice pigiama ma trattasi dei soli pantaloni, ergo: o io sono a petto ignudo sotto la vestaglia, cosa che può essere sexy mentre preparo la colazione e al tramonto, ma risulta volgare durante le ore diurne e serali, oppure lo completo con un set di maglie a maniche lunghe a tinta unita e senza disegni o scritte, a meno che i disegni e le scritte siano quelli di Vivienne Westwood, che -qui lo dico ufficialmente- intendo comprarmi.
In saldo e alla faccia della sobrietà. Considerato che le userò a lungo ammortizzo i costi e anche la solidarietà.

Tempo di saldi e di soldi insomma e quindi anche di futili e piacevoli riepiloghi.

Per esempio i dieci posti di Londra che più ci piacciono... uno per uno nei prossimi dieci giorni.

1 commento:

  1. SON BELLE QUELLE DI TOM FORD, NERE IN VELLUTO CON SOPRA SCRITTA UNA VOLGARITà.
    BACI PAOLOC

    RispondiElimina