giovedì 28 ottobre 2010

L'insonnia

indossare la vestaglia, camminare scalzo sul legno, la luce del frigo, le ombre cinesi
scrivere un diario solo mentale, immaginare eventi da protagonista con la pigrizia dello spettatore
sprofondare nel divano e dopo qualche minuto sentire il gatto russare.

Anche chi si è mostrato solidale, finisce con l'arrendersi agli istinti.

Nessun commento:

Posta un commento