giovedì 30 settembre 2010

Connettività limitata o assente

Piove. Internet va e viene, scrocco una rete dall'etere e singhiozzo messaggi.  
Cristiana sarà ormai una militante laica di Fatah (accentato in fondo) e sicuramente starà mangiando leccornie. 
Io faccio il papà sudaticcio e umido (ribadisco che la zazzera a Londra aiuta, mi farebbe disinvolto nella pioggia!) che a sera ricostruisce la famiglia: Mati era a cricket (due girls in mezzo a sedici boys), Giacopou sempre da Sofia.
A riconciliarmi le conchiglie alla bolognese preparate da me (chi gioca a cricket ha un insolito appetito), un film con i bambini e... la calma della notte.

Pensare che la giornata è cominciata con Meredith, la crafty bitch, che è venuta a vedere le sedie: indossava lo stesso cardigan di sabato, io in vestaglia d'ordinanza (che giuro domani lavo). 
Si parlava di viola, di scampoli e di quanta è bella l'Italia, in particolare Treviso: la madre del suo boyfriend ha una casa al centro. Di Treviso ho letto che è la capitale dei divorzi e dei cornuti.
Appunto.

Insomma un mercoledì da leoni in connettività limitata o assente.

Nessun commento:

Posta un commento