sabato 7 agosto 2010

Le attitudini spaiate

Mi piacciono le tazzine e i piatti spaiati, il nuovo con il vecchio, i completi intimi spezzati, e poi il dettaglio di una spilla barocca su una giacca classica, un anello frivolo in una mano pallida, un sandalo di plastica sotto una gonna di lino.

Cerco quasi sempre qualcosa che non si combina, che non torna, la speranza di indugiare, sempre, prima sul dettaglio, poi sulla figura d'insieme.

Chissà da dove viene questa attitudine? e dove va?

Si tratta di tempo: il tempo di voltarsi e guardare.

Nessun commento:

Posta un commento