sabato 26 giugno 2010


Dal numero undici -non dal dieci- di Downing street, esce il Cancelliere, George Osborne, con la famosa valigetta rossa che contiene il budget, insomma la finanziaria inglese con il Tremonti di turno.
La liturgia politica d'oltremanica vuole che il cancelliere si faccia immortalare con la valigetta in pugno prima di presentarsi in parlamento.

Trattandosi di governo di coalizione George Osborne non è da solo, ma è il gesto ad essere simbolico... in quella valigetta spelacchiata dagli anni (i labouristi se ne erano fatta fare una nuova, ma appunto hanno speso troppo e quindi si ritorna alla vecchia) ci sono i conti dello stato e le misure per risanare l'enorme debito pubblico...

La stangata arriva (durissima!)... ma nulla di quanto proclamato verrà in parlamento disatteso, modificato, cancellato, maxi-emendato, mini-emendato, trombato, aggiunto all'ultimo minuto, espunto un secondo dopo, come accade nello stato libero di bananas*.

A proposito, leggo che la Nazionale di Bananas lascia il Sudafrica dopo aver perso l'ultima partita contro il Principato di Andorra ...girone difficile il nostro: la squadra di Timor Est ed il Montenegro erano davvero fortissime (libera traduzione dai quotidiani inglesi).
Insomma mi toccherà tifare l'Inghilterra di Mr Capello... speriamo, se no i vicini mi linciano.

*aboliamo le provincie, non aboliamo le provincie, aboliamo
quelleconmenodiduecentomilaabitantimanonquellechehannoalmenoilcinquantapercentodelterritorioinmontagna
trannebergamochèbossisincazzaleggereattentamenteilfoglioillustrativo... consultareilmedicoovveroclementemastella

Nessun commento:

Posta un commento