lunedì 24 maggio 2010

Londra prima volta - Enron

Continuo a pensare a quando venni a Londra per la prima volta, 12 anni fa (chissà perché mi sembra di più...). Penso alla prima impressione, alle cose che facevo, alle persone che frequentavo...
Ed in particolare penso a tutte le cose che non ho fatto, e mi chiedo il perché. Avrei dovuto cogliere maggiormente certe occasioni, essere più intraprendente e spavalda.
Ma forse questi sono pensieri normali di chiunque si guardi indietro e di chiunque, come me, sia sempre un po'...insoddisfatto.
Alla fine degli anni '90 Londra era una possibilità per tutti. Tony Blair era appena stato eletto (chissà se lo sapevo? non me lo ricordo...) e la società era multiforme, iperattiva e così diversa. In fondo io la città non la conoscevo prima di venirci.
Forse ero ignorante, giovane, certamente squattrinata (a quei tempi 1 pound equivaleva a quasi 3500 lire, un vero salasso). Di una cosa in particolare però mi ricordo, della sensazione che avevo che qui la cultura non fosse intrinseca come in Italia, bensì qualcosa di cui doversi approvvigionare poco a poco, di cui doversi nutrire perchè faceva bene.
Non avevo idea di cosa fossero l'East End e il West End. Frequentavo più che altro certe discoteche....(di cui per pudore non rivelo il nome...). Però vedevo i cartelloni degli spettacoli, Cats, Chicago, I Miserabili, Il Gobbo di Notre Dame... Andarci era impossibile. Avrei dovuto spendere tutti i miei soldi per un'unica serata.

Ora invece lo so. A Londra si viene da tutto il mondo anche per vedere gli spettacoli teatrali.
Il grande successo di quest'anno è 'Enron', la storia di uno dei crack finanziari più importanti e tragici d'America raccontata con humour ed in 160 minuti. Musica, video e danza mescolati insieme per creare uno spettacolo politico che interessa e cattura dall'inizio alla fine.
Certo il progetto è ambizioso, parlare di economia e finanza a teatro...ma forse che il teatro non è anche questo? catarsi collettiva? redenzione pagana e ricerca di senso?
A me lo spettacolo è piaciuto molto e lo consiglio vivamente a tutti i futuri London-goers, perché Londra è anche questo, anzi, è soprattutto questo.

ENRON - Noel Coward Theatre, W1

Nessun commento:

Posta un commento