martedì 25 maggio 2010

Disgaaaaaaaaaasting

Sarà che le conversazioni con Marida e con Ilmionomenonhaimportanza mi hanno tirato un po' su la giornata, perché oggi (ieri ormai) la mia testa vede difficoltà dovunque.

Avrei voglia di chiedere "pallaaaaaaa" nel bel mezzo di una conversazione... conversazione che di fatto non ho con nessuno, a parte il blog.

Intanto non si riesce a pitturare casa: è un lavoro che io non faccio e per evitare che Super-crissi facesse tutto da sola avevo trovato due persone, ebbene una ha avuto un malanno serio e l'altra sì è nel frattempo talmente incasinata che non può più darci una mano.

Certo il letto king-size è arrivato, ma nel mentre Tinkerbell è uscita di casa, scappando come una figlia infedele, noi l'abbiamo cercata per Troutbeck road e proprio mentre io ormai confidavo solo nel campanellino e nella medaglietta di Mr Strocchi che la quadrupede ha al collo, quella si ripresenta alla porta, non proprio come una prodiga, ma con uno sguardo da schiaffi.
E' soltanto un animale -penso- mentre mi cammina davanti mostrandomi il culo e la coda.

Al lavoro inizia ad urticarmi l'insipienza (eufemismo) della cuoca, che non mi riguarda certo, ma appunto! Poi cazzo, io non pretendo un Pietro Congiu, ma in quella cucina mi passa la voglia anche di masticare!
La pasta al tonno e mais era disgusting! come si dice continuamente qui sull'isola, enfatizzando la u o la a: disgaaaaaaasting.
Oggi mi è mancata la solita dose di ironia con cui affronto in generale la vita ed in particolare la cucina dell'asilo. Meglio guardarsi intorno.... traduzione: ho bisogno di un palcoscenico e devo esercitare del potere, altrimenti divento aggressivo ed anche cattivo.

Vorrei mordere i giorni oltre che gli stinchi e mollare qualche manrovescio, ma non ne ho motivo, in fondo dipende tutto da me, ma qualche volta il caso rende tutto più difficile.
Sempre Marida mi ha permesso di rileggere un pezzo della Lettera sulla tolleranza di Locke, un testo che amo e che invita a non mordere nessuno. Quindi dentro i canini!

Scrivere è quasi una dipendenza, ma creare è una cosa diversa. La gatta però si mette in bocca penne e matite e le deposita ai piedi del letto e nelle pantofole... insomma dovunque ci appostiamo.
Il messaggio è chiaro, nemmeno freudiano, quello che per lei è un trofeo, per noi è un memento! non ci resta che scrivere dunque.

Alle quattro e quaranta del mattino c'è luce, Cri ha la mascherina a letto, io gironzolo a raccogliere biro ed inseguire Tinkerbell che scappa da tutte le finestre che trova aperte; esco seminudo in giardino -l'aria pizzica, annunciando una giornata dalla temperatura più mite- riprendo la gatta e finisco con il darle la colazione.

Intanto le racconto che mi sono comprato i biglietti per la repubblica delle banane, quattro giorni, vediamo che succede.
Non sono mai stato così a lungo lontano dal mio paese, torno da papi a Veruno e magari faccio un giro per Candelo.

Alle cinque del mattino i pensieri e le idee hanno tutto il tempo e lo spazio per materializzarsi, ma poi meglio tornare a letto...
...sogno Britney Spears che tiene un concerto nel garage della casa di Veruno! Mio padre non c'è ma sta per arrivare...
meglio svegliarsi.

2 commenti:

  1. Se domenica passi da Oleggio ti invito ad una grigliata - non mia - ma con persone che ti piacerebbero.
    Forse ci sarà Britney Spears, chissà. O forse, e più probabilmente, Courtney Love.
    d-

    RispondiElimina
  2. grazie daniela,
    io sono giù qualche giorno a metà giugno.
    Intendi domenica venti giugno?
    baci
    fra

    RispondiElimina