lunedì 17 maggio 2010

The Concise Dictionary of Dress

The Concise Dictionary of Dress - trailer from Artangel on Vimeo.


Mi aspettavo di più, molto di più.
Per anni ho desiderato vedere una produzione di Artangel, una delle organizzazioni d'arte contemporanea più importanti di Londra. Durano sempre poco, coinvolgono gli artisti più interessanti, hanno delle location incredibili e poi finiscono, lasciando dietro di sé solo cataloghi e i ricordi dei fortunati che le hanno viste. Ebbene, questa volta ho prenotato per tempo e intrapreso più di un'ora di viaggio per arrivarci. Il posto è straordinario. La Blythe House in West Kensington. Un vecchio e immenso edificio vittoriano una volta sede della Banca della Posta e oggi nientemeno che i 'magazzini' del British Museum e del V&A. Praticamente un bunker con all'interno collezioni di oggetti incredibili, laboratori per il restauro e la manutenzione delle opere. L'occasione è rara.
Ci si va di sera, e si viene guidati attraverso ampi saloni e corridoi stretti, ascensori industriali e cantine corazzate. Ogni anfratto è adibito a teca per la imperitura durata degli oggetti. Qui la collezione di spade, là i tessuti, i vasi, i pizzi, le porcellane...Come vorrei fermarmi e curiosare !
Il tour - non si è lasciati soli neanche un secondo - conduce alla ricerca delle undici installazioni che gli autori, Judith Clark (curatrice di moda) e Adam Phillips (psicanalista) hanno disseminato per il palazzo. Si tratta di undici concetti e definizioni legate alla moda e altrettante interpretazioni visive realizzate prendendo spunto dalle collezioni degli archivi V&A. E' tutto bellissimo, stilisticamente impeccabile e preciso... Assolutamente da non perdere se amate la moda o se vi interessa curiosare nel 'backstage' del V&A!
Per quanto riguarda me (e l'arte) invece, la mostra è troppo intellettuale e fredda. Non mi arriva al cuore, e non muove i miei sensi. Peccato.

Intanto Tinkerbell dorme sulla sponda del divano, all'ombra della luce soffusa della lampada sul mio tavolo.

Nessun commento:

Posta un commento