giovedì 13 maggio 2010

Casco di pasta corta stracotta in salsa di burro-farina-latte-funghi-pollo

Prendete una pentola qualsiasi, riempitela di acqua calda e non metteteci il sale perchè il governo dice di fare così.
Buttateci la prima pasta corta che vi capita tra le mani: se l'acqua già bolle, bene! se non bolle, prima o poi bollirà.
Nel frattempo ma anche prima o eventualmente dopo preparate la white sauce*: prendete del burro, scioglietelo a fiamma alta (potreste avere fretta), poi metteteci mezza tazza di farina e mescolate per un po', infine aggiungete due litri di latte, perchè qualcuno vi ha detto di fare così.
Nel frattempo ma anche prima o eventualmente dopo tagliate come vi pare un po' di funghi e aprite la busta con i petti di pollo già tagliati a pezzetti (mettete la busta nel microonde nel caso abbiate dimenticato di toglierla dal congelatore per tempo), infine rovesciate funghi e pezzetti di pollo nella white sauce, se vi va girate con un mestolo, in ogni caso lasciate a bollire fino a quando è ora di servire.
Nel frattempo ma anche prima o eventualmente dopo scolate la pasta corta come meglio sapete fare ed evitando di scottarvi. Lasciate la pasta però nella stessa pentola e rovesciateci dentro la salsa burro-farina-latte-funghi-pollo, quindi mescolate e con una caraffa di plastica prendete la pasta e versatela sui vassoi per il servizio.

FATTO!

Mentre cucinate potete pensare ad altro, assentarvi dalla cucina il tempo che credete, meglio se dichiarate pubblicamente di non mangiare quello che cucinate, non perchè fa schifo di suo ma perchè, per esempio, non vi piacciono i funghi. Ovviamente non assaggiate mai mentre cucinate.
Circa la ricetta, le sue origini, gli ingredienti, le modalità di preparazione e cottura e gli eventuali commensali non serve mostrare nè interesse, nè curiosità, nè passione.
*(besciamella)

2 commenti:

  1. il passato il presente il futuro! e troppo avanti lei.. la besciamella questa S..conosciuta?

    RispondiElimina