venerdì 9 aprile 2010

All the single men

Ora non posso fare il verso a Beyoncé, ma questa è la prima notte da single nell'enorme casa di Troutbeck Road, più vuota del solito perchè senza bimbi e senza la Cri.
Sono tornato da scuola con la mia solita doggy bag: pollo, patate e carote. Nicola (pronuncia Nicolà), la cuoca del pranzo, esagera sempre le dosi e non si fa scrupoli a buttare nella spazzatura quello che rimane sul buffet.
Oggi mi diceva con la solita leggerezza che non ha mai cucinato le lasagne e quando le fa, improvvisa (aaaahhhhhhhh!!!!)... il risultato è una teglia inguardabile: tipo cracker semi carbonizzati in superficie e chili di carne trita dentro (besciamella? questa sconosciuta!).
Dato che mi insegna a fare le torte, le insegnerò a fare le lasagne, però le manca la curiosità e la passione, doti che non so come tirarle fuori.
Non divaghiamo: mentre sto scrivendo la mia blog-vita, sto mangiando quello che Nicolà ha cucinato e pur volendole bene, trovo che il pollo le carote e le patate non sappiano di nulla.
La scusa di Nicolà che "i bambini devono mangiare senza sale, perchè lo dice il governo" mi pare una cazzata.
Tanto più se poi a merenda gli stessi bambini si mangiano un jamaican spice bun tagliato a fette e spalmato di burro comprato da ASDA a meno di due pound. Gli ingredienti sono tutto tranne che salutari: soya modificata, correttori di sapore etc...
Comunque questa specie di plumcake è schifosamente buono e i bimbi lo divorano. Come fare?
D'altronde ora che ho finito proprio davanti allo schermo del piccì il pollo, devo riconoscere che un'abbondante dose di maionese Hellmann's nobilita anche il compensato.

*forse era meglio mettere come foto un frame da All the single ladies di Beyoncé....

Nessun commento:

Posta un commento