lunedì 12 aprile 2010

All the single men: burqa dance

Ecco Cri l'avrebbe presa a schiaffi, anche sulla pubblica via.
La donna in burqa sa benissimo di attirare l'attenzione: coperta fino ai piedi e mani guantate con borsetta. Attraversa la strada a Northcote Road e io la fotografo, non potendo fissare gli occhi neri e truccati, che, se non vuole schiantarsi contro un palo, è costretta a mostrare.
Nero su nero snellisce assai e potrebbe coprire baffetti ed ascelle pelose alla Tinto Brass, un alito mortifero e grossi nei, ma... la camminata è sexy, da bomba sexy.
L'istinto erotico si nasconde nello sguardo tagliente degli occhi e nella leggerezza delle vesti, peraltro carissime; Cri appunto non la perdonerebbe, ma io non posso negarle una qualche grazia femminile.
Scoprire, coprire... tanto più che la giornata di sole come ho già scritto offre le bianche carni degli inglesi all'aria di Clapham Junction.
Mi distraggo infilandomi nella luce e nell'eleganza informale di una via di Londra che adoro, per i negozi, per le bancarelle di fiori e per gli antiquari.
La Mati vuole un gatto.
Non mi spiacerebbe lo scegliesse nero.

5 commenti:

  1. amo l'immagine pixelata di matilde
    buona settimana, paolo

    RispondiElimina
  2. a proposito, non è che la prenderei a schiaffi perchè porta il burka, intendiamoci bene...
    è solo che alla city university ci sono tantissime ragazze e ragazzi evidentemente integralisti islamici e figli di ricconi che cercano di rifilarmi volantini religiosi praticamente tutti i giorni. Me li tendono con una mano e con l'altra tengono in mano cellulari fantasmagorici. ecco loro si mi fanno innervosire...c

    RispondiElimina
  3. non si dice pixelata?
    esatto quella tra i sostenitori che rimane quel vedo non vedo a quadretti.
    è il mio trip di questo periodo... trasformerei tutte le immagini nitide di casa mia con quell'effetto, pareti soffitti pavimento e coperte.....
    baci
    paolo c

    RispondiElimina