lunedì 30 novembre 2009

Somerset House












Alla fine siamo andati alla Somerset House, appena al di là del Waterloo Bridge. Abbiamo visto un paio di mostre (tra cui Show Studio: Fashion Revolution in cui c'era una stanza tutta di specchi....-!!!-) e poi ci siamo fatti uno spuntino al Tiffany & Co. Cafè (dove ti servono il caffè in cup esattamente di quel colore azzurro tiffany...) con vista sulla pista da ghiaccio da cui la mati non ha staccato lo sguardo un attimo ma su cui io, madre ansiosa perchè italiana (o il contrario), non l'ho lasciata andare causa pioggia a dirotto. Anche dal VIDEO si può capire quanto fosse bella l'atmosfera...e magari tra qualche giorno - se non piove - ci torno per una sessione on the skates col lei!

venerdì 27 novembre 2009

Programma del week end

Il fra lavora. Il tempo...per ora è ok.
Il programma dunque prevede:
Sabato: colazione (all'inglese, non all'italiana...), 4 passi all'ufficio postale per spedire le nuove lettere scritte dalla mati, bus fino a Greenwich dove voglio vedere un mercatino nella speranza di trovare un tavolo (e dove probabilmente comprerò un sacco di cavolate ma non il tavolo!); pranzo veloce e poi rientro nel pomeriggio perchè alle 6 arriva Sami, il figlio dei nostri vicini di casa a giocare.
Domenica: colazione e poi bus per Southbank, a vedere o la mostra di Ed Ruscha o quella di Anish Kapoor alla Royal Academy. Ed è già lunedì.

giovedì 26 novembre 2009

Aggiornamento lavori

Impianto elettrico: fatto
costo: 2027£, tanto...ma poco rispetto alle tariffe italiane (a detta del manu).
Il prossimo passo dovrebbe essere sistemare i muri (che dopo gli elettricisti e dopo aver tolto strati multipli di carta da parati sono alquanto malmessi). Ho contattato Thomas, il polacco (qui ogni professione ha la sua 'nazionalità' e la maggior parte dei muratori sono polacchi) che ha fatto tanti lavori per i Chana a Richmond. Lui mi chiama 'darling' e quando mi vede fa il baciamano (e la mati si rotola a terra dalle risate). Mi dà il preventivo: 1600£, prezzo di favore....mhhh mi sa che per quest'anno è meglio finirla qui con gli artigiani e cercare soddisfazione in qualche bel pezzo di arredamento (!) Abbiamo stilato lista priorità (!!): letto (per noi, così quello in cui dormiamo ora può definitivamente alloggairsi nella stanza degli ospiti che così possono evitare di dormire per terra), divano (così finalmente i bambini avranno un'alternativa al pavimento), tavolo della cucina con possibilmente le sedie (così il plasticone verde può sparire...anzi, come tutto il resto, sparirà misteriosamente nottetempo da davanti casa nostra).

venerdì 13 novembre 2009

Sabato a Northcote Road

Se shopping deve essere, che un gran shopping sia! Ovvero non le high street, ormai un po' consumate nella banale successione di negozi che trovi ovunque (anche a biella...) ma una di quelle zone fuori dalle traiettoie dei turisti dove poi trovare piccoli negozi e caffè ancora in mano a privati, e vere famiglie inglesi (con un sacco di bambini). Allora, visto che avevamo deciso di dedicare il sabato allo shopping, ho portato la pol e i bambini a Northcote Road. Colazione, treno (20 minuti) e poi via...negozi, negozietti, charities (che sono la mia passione ma che alla fine lo sono diventati anche della pol...), antiquari etc....pausa pranzo in un locale e poi ancora...ma da quanti anni non facevo shopping???
Poi alle 4 di nuovo il treno, a casa per una cup of tea e per lo spacchettamento orgoglioso.

Inutile dire che la pol già sta pensando a quando aprirà il suo negozio di oggetti intarsiati e cesellati proprio lì...

martedì 10 novembre 2009

Il fra, il suo occhio e l'eco-tutto

Con gli anni il fra ha sviluppato il settimo senso, quello che gli permette di camminare lungo una strada e, pur guardando diritto o conversando con un compagno, con la coda dell'occhio notare un oggetto abbandonato e impossessarsene. Già in Italia era riuscito a procurarsi oggetti di un certo valore presso i vari bidoni (quando ancora esistevano...), tra cui, una volta, anche due quadri dipinti e furtivamente abbandonati da mia mamma (!). Ma qui a Londra è tutta un'altra cosa! Il sistema è semi-ufficiale: chi possiede qualcosa di cui vuole liberarsi lo posiziona davanti a casa e chi passa ed è interessato, prende. Questo semplice accordo non codificato ha diversi vantaggi, sia per chi si libera a costo e sforzo zero di anticaglie o qualsiasi altra cosa che non sa dove mettere, sia per chi in questo modo può recuperare gratuitamente oggetti di vario tipo e valore. Al di là del fatto che se sei veramente senza un soldo comunque piano piano puoi mettere insieme le cose che ti servono, trovo questa pratica... sana, ecologica, economica, eco-tutto...perchè si basa su dei principi positivi, come rimettere in circolo gli oggetti invece che accumularli in cantina, avere rispetto e fiducia nel prossimo, donare invece di vendere o buttare, cercare e riutilizzare invece di acquistare...
Noi abbiamo eliminato: porta cd billy bianco, 2 veneziane, pezzi di moquette, vasi di plastica
Recuperato: 6 sedie, 2 insalatiere, 1 letto singolo, un tavolino ikea rosa, 5 libri per bambini, una macchinina di plastica bianca, 6 vhs, 10 cafarre, 15 bicchierini da liquore, una lampada da tavolo, una scrivania

Aggiornamento lavori

La seconda settimana di intervento all'impianto elettrico è cominciata bene (decisamente meglio della precedente).
Dopo due giornate terribilis giovedì e venerdì scorso in cui abbiamo visto trapanare (...praticamente sventrare) tutti i muri e segare e rimuovere interi pezzi dei pavimenti in legno, possiamo dire di cominciare a vedere la luce (!!!). Il fra davanti a Mr Brown con un trapano con circa 90 cm di punta d'acciaio è scappato, io e la pol abbiamo pulito e spazzato polvere e macerie.
Non vedo l'ora di avere un divano.

venerdì 6 novembre 2009

Altro che ebay!

Quando siamo entrati in casa, a settembre, abbiamo trovato tutta una serie di elettrodomestici lasciati dai precedenti padroni. Qui in generale si usa così, quando uno trasloca lascia comunque dietro di sé cucina ed elettrodomestici. In realtà noi siamo stati piuttosto fortunati perché ci siamo trovati un mega frigorifero (in cui i bambini praticamente entrano...in effetti ha aiutato molto il loro inserimento nella casa nuova...), una lavastoviglie nuova, una lavatrice, un'asciugatrice e un freezer a colonna. Di quest'ultimo non sapevamo proprio che farcene, e oltretutto occupava un sacco di spazio. E allora l'altro giorno, pur senza speranze, ho messo un annuncio su gumtree, una sorta di ebay in cui però le offerte sono inserite per zone e quindi sai già in anticipo che un oggetto viene da Londra piuttosto che da Liverpool, e anche da che quartiere. Beh, alle 12 ho uplodato l'annuncio. Alle 2 avevo già ricevuto cinque offerte, alle tre era venduto e alle nove di sera sparito! Con infinita soddisfazione...

martedì 3 novembre 2009

Visite 3

Francesca e Valeria...ma non trovo più la foto!
A proposito, grazie per la sorpresa...inutile dire che ai bambini le fragole piacciono molto e quindi si sono slurpati le tortine in un baleno.

lunedì 2 novembre 2009

Miss B. e Mr Brown

L'elettricista - un omone di colore che non poteva che chiamarsi Mr Brown (!!!!) - è venuto sabato a fare il sopralluogo prima dell'inizio lavori. Parla un inglese talmente veloce che la pol si ritira in altre stanze per non dover neanche provare a rispondere mentre il fra cerca di fare quello che sa ma in realtà capisce 'na mazza. Io mi provo (anche perchè come sempre non mi rimane scelta...) a seguirlo, e lui, che probabilmente trova il mio cognome troppo lungo e comunque impronunciabile, comincia a chiamarmi Miss B. .... Do you follow me? Si si, io ti follow.... e intanto mi viene da ridere...
Poi oggi arriva il suo assistente (il bocia insomma) con il compito di fare tutte le tracce sui muri. Parcheggia il furgone in doppia fila davanti a casa e comincia a scaricare....dopo 4 minuti mi viene a dire che si è chiuso le chiavi dentro e che non può più nè aprirlo nè spostarlo, INFATTIIIIIII!!!!
Gli ho dovuto prestare la bici per andare a recuperare (forse dall'altra parte di Londra) un altro paio di chiavi....mentre io qui a spiegare a degli omoni alla guida di camion e furgoni (anche i pompieri ovviamente) che dovevano fare retro marche perchè l'elettricista....e giù a ridere (loro, non io)!